Durante la stagione estiva i vitelli possono andare incontro allo stress da caldo, questo rischio può comportare conseguenze negative sia in termini di peso alla nascita sia di mancati accrescimenti nelle prime fasi di vita. Lo stress da caldo può addirittura ridurre la potenzialità produttiva di latte futura. Questo articolo vi spiegherà perché prevenire lo stress da caldo sia così importante e come fare.

Peso alla nascita

È molto importante prevenire lo stress da caldo prima ancora che nasca il vitello poiché il suo sviluppo è molto influenzato durante l’ultima fase della gestazione. È stato infatti dimostrato che lo stress da caldo rallenta il rapido incremento di peso del feto che si registra nel periodo dell’asciutta con conseguenze negative sul peso alla nascita. (Florida University 2018)

I vitelli più leggeri sono spesso meno vitali. Lo stress da caldo ha un effetto sfavorevole sulla capacità  di assorbimento di elementi fondamentali quali le immunoglobuline colostrali. Questo porta ad avere soggetti più vulnerabili alle malattie e accrescimenti al di sotto della media.

  • Peso alla nascita inferiore → peso allo svezzamento inferiore → tasso di crescita inferiore → età allo svezzamento superiore

Accrescimento nelle prime fasi di vita

I vitelli in condizioni di stress da calore soffrono. L’ingestione è inferiore e nel frattempo il loro fabbisogno energetico aumenta dal 20% al 30%. L’extra energia è necessaria per Ridurre la temperatura corporea. La riduzione della “capacità di raffreddamento” non solo provoca minore accrescimento ma ha anche un impatto negativo sulla produzione di latte a lungo termine.

  • Accrescimento iniziale non ottimale → più alti costi di svezzamento → inferiore produzione di latte

Assorbimento dei liquidi

Per effetto del calore la sudorazione dei vitelli aumenta. Per compensare questa perdita di umidità e prevenire la disidratazione deve essere sempre disponibile all’animale acqua fresca. L’assunzione di acqua da parte di vitelli sani in condizioni di stress da caldo è tra i 5 e i 15 litri al giorno, oltre al latte.

Vitelli con diarrea dovrebbero bere più di 20 litri di acqua per una idratazione ottimale. Lo sbilanciamento dell’equilibrio idro-salino è inoltre sfavorevole nei confronti del sistema immunitario.

  • Limitata capacità di assorbire i liquidi → limitata funzionalità del sistema immunitario → limitato accrescimento

Età media dei vitelli in cui iniziano ad avere acqua a disposizione:
questo grafico mostra che negli allevamenti con meno di 30 vacche in lattazione i vitelli trascorrono mediamente 15,6 giorni prima di avere accesso all’acqua. Per le aziende con 30 – 99 vacche i vitelli attendono 20 giorni, mentre,  per le aziende più grandi (100 – 499 vacche) l’attesa è di 15,4 giorni in media.

Fonte: NAHMS 2014


10 suggerimenti per prevenire lo stress da caldo:

  • fornire acqua fresca e pulita
  • pulire frequentemente i secchi/abbeveratoi
  • aggiungere Denkacare Vitalfort all’acqua una volta al giorno (in aggiunta all’acqua pulita e al latte)
  • somministrare il latte ai vitelli nelle ore più fresche della giornata
  • migliorare la ventilazione e ampliare l’area delle superfici esposte all’ombra
  • regolare la distanza tra gli igloo
  • ridurre la densità nei gruppi di vitelli
  • ridurre la presenza delle mosche (prendere in considerazione l’utilizzo della sabbia al posto della lettiera in paglia)
  • posticipare le vaccinazioni e i trattamenti ai vitelli
  • posticipare la decornazione

Se desiderate ricevere più informazioni in merito a questo argomento si prega di contattare i nostri specialisti!

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.