Siamo ormai in estate inoltrata, durante i giorni con temperature più elevate si corre il rischio che i vitelli incappino nel problema dello stress da caldo. I sintomi si osservano già a temperature a partire dai 20-22 gradi C°. Ma come si può riconoscere e prevenire lo stress da calura nei vitelli?

Come si riconosce lo stress da caldo?

Così come accade con le persone, i vitelli diventano più lenti durante i giorni più caldi. I vitelli raggiungono meno velocemente il secchio con il mangime. Inoltre, l’appetito diminuisce, facendo diminuire l’assunzione di cibo. Questo in un periodo in cui il fabbisogno energetico è più alto: i vitelli hanno infatti bisogno di più energia per liberarsi del calore.
C’è da fare anche molta attenzione alla respirazione del vitello. Per liberarsi del calore, i vitelli avranno infatti un ritmo di respirazione più elevato.

 

Come si previene lo stress da calura?

  • Una buona pratica potrebbe essere quella di spostare gli orari dei pasti nei momenti in cui fa più fresco. Ad esempio, al mattino presto e più tardi la sera.
  • Cercare di assicurare buone condizioni climatiche negli igloo o nel box singolo fornendo maggiore ombra. Spostare eventualmente i box in un altro spazio nel cortile. Aria buona significa anche sufficiente ventilazione: l’apertura della valvola di ventilazione dell’igloo può essere di aiuto.
  • Rimandare operazioni come la rimozione delle corna o la vaccinazione fino a quando non è un po’ più fresco.
  • Quando fa caldo, irrorare la stalla più spesso, questo perché il letame produce anche calore e ammoniaca.
  • I vitelli di otto settimane e più possono essere rasati lungo la schiena. Questo evita che sudino troppo.
  • Ovviamente, fare in modo che siano sufficientemente idratati, ad esempio predisponendo acqua fresca illimitata. Non cambiate l’acqua durante il pasto con latte, perché c’è una maggiore probabilità di bere troppa acqua immediatamente dopo il latte.
    Predisporre, ad esempio, più acqua durante le ore più calde in modo che i vitelli siano motivati a idratarsi maggiormente..
  • I vitelli che soffrono di diarrea sono ancora più a rischio di disidratazione durante le giornate calde. La carenza di idratazione deve perciò essere ulteriormente integrata.Clicca qui per maggiori informazioni su l’efficacia di un mix di elettroliti nei vitelli da svezzamento